domenica 19 novembre 2017
10°C
Contrasto:

Current Style: Standard

-A A +A

Comune di Ponzano Veneto

Provincia di Treviso

Form di ricerca

ricerca avanzata

MISURE DI ALLERTA PM10

 

Le misure minime indicate dalla Regione, da applicare durante il semestre invernale, indipendentemente dal livello di criticità raggiunto, sono le seguenti:

  • in tutti i Comuni della Regione del Veneto, vige l’applicazione della DGRV n. 122/2015 “Indicazioni inerenti la combustione dei residui vegetali agricoli e forestali in attuazione dell'art. 182 comma 6 bis del D.Lgs. 152/2006”;
  • in tutti i Comuni della Regione del Veneto si introduce il limite a 19°C (con tolleranza di 2°C) per le temperature medie nelle abitazioni e spazi ed esercizi commerciali, ad esclusione di case di cura e/o riabilitazione, ospedali e case di riposo;
  • in tutti i Comuni della Regione Veneto si dispone l’obbligo di spegnimento dei motori degli autobus nella fase di stazionamento ai capolinea, dei motori dei veicoli merci durante le fasi di carico/scarico, degli autoveicoli per soste in corrispondenza a particolari impianti semaforici o di passaggi a livello, dei treni e/o locomotive con motore a combustione nelle fasi di sosta;
  • negli agglomerati e nei Comuni con più di 30.000 abitanti, presso i quali opera un servizio di trasporto pubblico locale, si dispone il divieto di circolazione per i motoveicoli a due tempi di classe Euro 0 e autoveicoli benzina Euro 0, 1 e autoveicoli diesel Euro 0, 1 e 2, nei giorni feriali dalle ore 8:30 alle 12:00 e dalle ore 15:00 alle 18:30, salvo le esclusioni;

Le misure indicate dalla Regione, da applicare durante il semestre invernale, dal livello di allerta 1 (arancione), sono le seguenti (in aggiunta a quelle minime):

  • limitazione all’utilizzo delle autovetture private di classe emissiva fino a Euro 4 diesel (compreso) in ambito urbano dalle 8:30 alle 12:00 e dalle ore 15:00 alle 18:30 e dei veicoli commerciali di classe emissiva fino a Euro 3 diesel (compreso) dalle 8.30 alle 12.00. Le deroghe sono relative ai veicoli utilizzati per finalità di tipo pubblico o sociale (forze dell’ordine, soccorso sanitario, pronto intervento), per il trasporto di portatori di handicap o di persone sottoposte a terapie indispensabili ed indifferibili, i veicoli speciali definiti dall’art. 54 lett. f), g) e n) del Codice della Strada e sono fatte salve le disposizioni comunali vigenti relative alle Zone a Traffico Limitato (ZTL) e alle modalità di carico-scarico delle merci;
  • divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 3 stelle in base alla classificazione ambientale introdotta con DGRV n. 1908/2016;
  • divieto assoluto, per qualsiasi tipologia di combustioni all’aperto (falò rituali, barbecue e fuochi d’artificio, scopo intrattenimento, etc…), anche relativamente alle deroghe consentite dall’art. 182, comma 6 bis, del decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152 rappresentate dai piccoli cumuli di residui vegetali bruciati in loco;
  • divieto per tutti i veicoli di sostare con il motore acceso;
  • divieto di spandimento dei liquami zootecnici e, in presenza di divieto regionale, divieto di rilasciare le relative deroghe;
  • invito ai soggetti preposti a introdurre agevolazioni tariffarie sui servizi locali di TPL;
  • potenziamento dei controlli con particolare riguardo a rispetto divieti di limitazione della circolazione veicolare, di utilizzo degli impianti termici a biomassa legnosa, di combustioni all’aperto e di divieto di spandimento dei liquami;

Le misure indicate dalla Regione, da applicare durante il semestre invernale, dal livello di allerta 2 (rosso), sono le seguenti (in aggiunta a quelle minime e a quelle di livello1):

  • estensione delle limitazioni per i veicoli commerciali fino a Euro 3 diesel (compreso) nella fascia oraria 8.30 – 18.30 e fino a Euro 4 diesel (compreso) nella fascia oraria 8.30 – 12.00. Le deroghe previste sono le medesime individuate al punto precedente;
  • divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 4 stelle in base alla classificazione ambientale introdotta con DGRV n. 1908/2016.

 

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE IL BOLLETTINO LIVELLO DI ALLERTA PM10 aggiornato

Ultima modifica: Giovedì 19 10 2017